Area Riservata


Italia Oggi del 24/3/ 2020
NEWSLETTER
Iscriviti gratuitamente alla newsletter per essere informato su iniziative ed attività.
Funzionalità non disponibile per la Versione Demo.

RIFERIMENTI ESTERNI


Condividi
Scarica l'APP
NEWS del 23/03/2020
EMERGENZA COVID 19 -PROVVEDIMENTI ASSUNTI DALL'ENPACL

Il Consiglio di Amministrazione dell’ENPACL, già nella riunione del 6 marzo 2020, ha deliberato due interventi riguardanti l’emergenza sanitaria in corso. Il primo, a favore dei Consulenti del Lavoro aventi residenza, domicilio o sede operativa in uno dei Comuni della ex ‘zona rossa’, per i quali è stata prevista la sospensione dei versamenti contributivi fino al 31 dicembre 2020. Il secondo, per tutti gli iscritti con età inferiore a 75 anni, per i quali l’Ente ha sottoscritto una copertura collettiva in caso di decesso, con decorrenza 1 aprile 2020 e senza oneri per gli interessati. Al riguardo, sarà inviata a breve una apposita comunicazione.

Nella riunione tenutasi in videoconferenza il 18 marzo 2020, l’Ente ha assunto ulteriori misure per consentire a tutti gli iscritti di fronteggiare la situazione determinatasi dall’ampliamento all’intero territorio nazionale della crisi epidemiologica.

In base ai nuovi provvedimenti, i Consulenti del Lavoro possono concentrare il versamento della contribuzione 2020 negli ultimi quattro mesi dell’anno, con inizio a settembre invece della canonica scadenza di aprile.

Si può consultare qui il nuovo calendario degli adempimenti e dei versamenti 2020.

In analogia, sono sospese fino al mese di settembre tutte le rateazioni in corso, per riscatto, ricongiunzione e per contribuzioni pregresse.

Inoltre, al fine di agevolare i professionisti nell’attuale fase di crisi di liquidità, l’ENPACL favorisce l’accesso al credito con finanziamenti di importo fino al 20% del volume d’affari dichiarato all’Ente nel 2019, nel limite di 50.000 euro, ad un tasso agevolato.

La convenzione stipulata con la Banca Popolare di Sondrio, istituto tesoriere dell’Ente, sarà utilizzabile tra pochi giorni, appena definite le ultime modalità operative.

Infine, ancora nell’ambito dell’emergenza sanitaria, ai Consulenti per i quali fosse stato disposto dalle Autorità sanitarie un periodo di quarantena o isolamento, l’Ente riconosce – con procedura d’urgenza - una provvidenza di 3.000 euro. Tale sussidio è di 10.000 euro nel caso di ricovero in strutture ospedaliere.Scarica qui il modulo da inviare per posta elettronica.

Il Consiglio di Amministrazione continua a seguire con attenzione gli effetti dell’attuale situazione ed è pronto ad adottare con tempestività ogni ulteriore intervento.

 

E' necessario effettuare il login al portale per poter effettuare questa operazione.